Virus influenzale, il report dell’Istituto Superiore di Sanità

·2 minuto per la lettura
bambini
bambini

In relazione a un recente rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), è emerso che il virus dell’influenza ha iniziato a circolare in modo particolarmente accelerato, colpendo principalmente i bambini al di sotto dei 5 anni.

Influenza, ISS: “Partenza accelerata, i bambini sotto i 5 anni sono i più colpiti”

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) ha rilasciato un rapporto relativo alla diffusione del virus influenzale per la settimana compresa nell’intervallo 1-7 novembre 2021. Il report ha evidenziato che, a inizio stagione, l’influenza si sta diffondendo a ritmo serrato, mostrando un’incidenza corrispondente a circa 3,5 per mille assistiti.

Il rapporto dell’ISS, inoltre, ha rivelato che i soggetti più colpiti dal virus influenzale nell’intervallo di tempo considerato sono i bambini.

Influenza, ISS: i dati confrontati con le cifre del 2020

Nella settimana 1-7 novembre 2021, l’ISS ha stimato la presenza di 207 mila casi di influenza che, se sommati a quelli registrati durante la sorveglianza del mese di ottobre, portano a un totale di 573 mila casi.

Confrontando i dati della settimana 1-7 con quelli della stessa settimana del 2020, è possibile osservare come l’incidenza sia significativamente aumentata nell’ultimo anno. Nella medesima settimana del 2020, infatti, era stata rilevata un’incidenza di 1,15 casi per mille.

Influenza, ISS: l’incidenza del virus tra i più piccoli

Il report redatto dall’ISS, inoltre, ha sottolineato che il virus influenzale è particolarmente diffuso tra i bambini, nella fascia di età 0-4 anni. Nella fascia di età indicata dall’ISS, è presente un’incidenza pari a 15,83 casi per mille assistiti.

Nella fascia di età 5-14 anni, invece, è stata individuata un’incidenza corrispondente a 3,79 casi per mille assistiti mentre, nella fascia di età 15-64 anni, è presente un’incidenza di 3.02 casi per mille assistiti.

Infine, tra i cittadini di età pari o superiore ai 65 anni, esistono 1,64 casi per mille assistiti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli