Vitamine del gruppo B6: cos'è e gli alimenti

·2 minuto per la lettura
vitamina B6 benefici
vitamina B6 benefici

La vitamina B6 fa parte delle vitamine cosiddette idrosolubili che non possono essere accumulate all’interno dell’organismo e che quindi devono essere introdotte tramite l’alimentazione. Risulta essere un nutriente fondamentale per il benessere e per la salute, per tale motivo è bene mangiare alimenti che ne siano ricchi. Si presenta in tre forme attive: la piridossina, la piridossamina e la piridossale. Scopriamo quali sono i principali benefici della vitamina B6 e impariamo a conoscere quali sono tutte le sue funzionalità fondamentali all’interno dell’organismo umano.

Benefici della vitamina B6

I benefici per la salute della vitamina B6 sono numerosi. Si tratta di un nutriente fondamentale per l’intergrità e il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale e periferico, inoltre è essenziale anche per la sintesi della serotonina. Di conseguenza si comprende che permette di regolare l’umore in modo significativo e che anche sonno e memoria ne traggono grande beneficio.

La vitamina B6 è utile anche per mantenere sane le funzionalità del sistema immunitario e per ridurre la stanchezza e la fatica dell’organismo. La vitamina è capace anche di regolare l’attività ormonale e di supportare la formazione dei globuli rossi. Gli studi scientifici hanno dimostrato il suo contributo al normale metabolismo dell’omocisteina.

Alimenti che ne sono ricchi

Gli alimenti ricchi di questa vitamina sono sia di origine vegetale che di origine animale. In generale è raro non assumerne quantità adeguate dal momento che un’alimentazione equilibrata apporta la giusta quantità di questa vitamina. Per assicurarsi una corretta assunzione di questo nutriente tenete comunque a mente che ne sono particolarmente ricchi gli alimenti a base di carne di manzo, pollo o maiale. Anche il pesce e i crostacei, i cereali integrali e i latticini sono ottime fonti di vitamina B6. Tra gli animenti di origine vegetale ricordiamo invece patate, cavolfiori, fagiolini, legumi, lievito di virra, frutta secca e germe di grano.