'Voci dal cuore', in un podcast storie di scompenso cardiaco

·2 minuto per la lettura

Ascoltare il proprio cuore, soprattutto quando improvvisamente appare stanco per lo scompenso, è l'invito del secondo podcast di 'Voci per la salute', spazio che 'Alleati per la salute' riserva al dialogo di ospiti diversi, fra medici, ricercatori, caregiver, startupper e influencer per un approfondimento utile e vero sul benessere. Sulla scoperta, spesso imprevista, dello scompenso, la giornalista scientifica e medico Silvia Bencivelli apre un dialogo con Maria Rosaria Di Somma, consigliera di Aisc (Associazione italiana scompensati cardiaci), e Domenico Barillà, psicoterapeuta e analista adleriano.

Il cuore, muscolo involontario, cioè che batte a prescindere dalla nostra volontà, con gli anni si affatica e, non pompando più con lo stesso vigore il sangue in tutto l'organismo, causa una condizione nota come scompenso. Questa malattia, conosciuta anche come insufficienza cardiaca, è una patologia cronica progressiva che colpisce soprattutto persone over 65 e si accompagna spesso ad altre condizioni croniche. Di Somma, come caregiver, racconta il difficile percorso a ostacoli fatto nel prendersi cura di una persona cara con scompenso, ma anche il valore aggiunto di un'associazione che aiuta a conoscere la malattia e a rimettere al centro delle cure il paziente e la sua famiglia.

Spesso si scopre di soffrire di scompenso cardiaco al pronto soccorso: i sintomi premonitori vengono di solito sottovalutati, non ascoltati, perché poco conosciuti.

L'insufficienza cardiaca è una malattia imprevedibile a carico di un muscolo che, lavorando in autonomia, è un po' ribelle, e costringe a fare i conti con l'incertezza e con altri vari aspetti non secondari della vita, su cui si sofferma con profondità e concretezza lo psicoterapeuta Barillà. Il podcast le 'Voci dal cuore', per conoscere di più il muscolo che pulsa la vita nell'intero organismo, è disponibile sul sito Alleati per la salute, ma anche sulle principali piattaforme di ascolto come Spotify.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli