Vuoi cambiare stile alla tua casa e aiutare l'ambiente? Scegli i mobili usati

·6 minuto per la lettura
Photo credit: kolderal - Getty Images
Photo credit: kolderal - Getty Images

Una casa sostenibile è più bella. Ma un blocco comune all'acquisto di mobili ecologici è solitamente il prezzo elevato. Tuttavia, sempre più aziende offrono tutti i tipi di mobili ecologici a prezzi accessibili, senza contare il mercato dei mobili usati! La produzione di eco-arredi non si limita a poche aziende familiari o artigiane, segno che i consumatori chiedono sempre più prodotti con il marchio green. Ad esempio, la multinazionale svedese Ikea ha recentemente introdotto diversi modelli in legno riciclato, come il divano ad angolo, la sedia a dondolo o i carrelli da cucina. Internet, da parte sua, consente il contatto con molti negozi che vendono ogni tipo di arredamento, sia in legno certificato, sia con materiali atossici o sostenibili come il bambù, e a prezzi molto competitivi. Gli esempi sono numerosissimi, in alcuni casi molto curiosi, e delizieranno consumatori originali ed ecologisti. Oltre al legno, il cartone è un altro materiale che offre molte possibilità. In ogni caso, gli esperti offrono una serie di consigli per l'acquisto di un eco-arredo senza rovinarsi le tasche.

Il riutilizzo vintage dei mobili usati

Il riutilizzo e il riciclaggio sono un altro modo per trasformare i mobili usati in "prodotti ecologici", o comunque a basso impatto. I vecchi mobili per esempio, soprattutto se realizzati in legno robusto, possono essere restaurati o decorati per ripristinarne l'utilità, anche cambiando lo scopo per cui sono stati originariamente progettati. La moda dei mobili riciclati è ormai consolidata da qualche anno e la tendenza inarrestabile dell'usato ha decisamente conquistato anche il settore dell'arredamento. In effetti, molte aziende hanno approfittato della spinta per approfittare della crisi e si sono unite all'arte di trasformare oggetti dimenticati in pezzi esclusivi: questa crescente domanda di articoli riciclati è un'alternativa in più per risparmiare un po' di soldi, poiché sono economici e allo stesso tempo ecologici. Ricordati che letteralmente qualsiasi oggetto può essere riutilizzabile: dal copertone rivestito con qualsiasi tipo di tessuto e trasformato in pouf su cui sedersi, al cassetto in legno che può essere utilizzato come comodino, portariviste o mensola a muro... Spazio alla fantasia!

Photo credit: Matthias Ritzmann - Getty Images
Photo credit: Matthias Ritzmann - Getty Images

Mercatini e negozi dell’usato

Quando acquisti da un negozio dell'usato o da una bottega del tuo quartiere, ricordati che stai sostenendo direttamente l'economia locale. Effettuando un acquisto "a km zero" stai rimettendo i soldi direttamente nella tua comunità e una forte economia locale significa una comunità più sana e più vivace. Anche rispetto ai mobili fai da te, che possono essere ridicolmente a buon mercato, quando acquisti un mobile usato probabilmente spenderai meno soldi perchè, spesso, i mobili usati sono sul mercato proprio perché qualcuno se ne vuole sbarazzare asap. Senza contare che, alla peggio, avrai anche potere negoziale.

In generale, i mobili economici sono buoni ed economici e quando acquisti dell'usato puoi trovare articoli di alta qualità a prezzi ragionevoli. Certo, può anche capitarti la sòla, ma se stai sbattendo contro un muro di mobili nuovi di alta qualità a prezzi insostenibili dovrai pur scendere a compromessi, no? Sebbene possa essere il rifiuto di qualcuno, quel vecchio mobile può davvero essere il tuo tesoro.

Il mercatino dell'antiquariato che... salva il mondo

L'industria del mobile è una delle industrie meno sostenibili e più inquinanti del pianeta. Ogni anno i soli americani scartano più di 12 milioni di tonnellate di mobili e arredi, l'80% dei quali finisce in discarica. Inoltre, produrre nuovi oggetti significa raccogliere e creare nuovi materiali, come legno e plastica. L'acquisto di nuovi mobili contribuisce direttamente all'industria dei combustibili fossili e alla deforestazione. Se acquisti un articolo usato, però, non è necessario generare nuovi materiali. Probabilmente ti è ormai abbastanza chiaro che i mobili economici, in realtà, hanno un prezzo da pagare piuttosto alto. Non solo si tratta spesso di mobili di bassa qualità che non durano a lungo e che provocano il caos sull'ambiente, ma anche i mobili economici hanno un costo sui diritti umani. Mobili economici significa manodopera a basso costo, e la produzione di mobili può comportare salari iniqui o persino lavoro minorile o forzato. Puoi evitare di sostenere violazioni dei diritti umani, acquistando un oggetto usato.

Photo credit: Maskot - Getty Images
Photo credit: Maskot - Getty Images

Come scegliere l'arredamento vintage usato

Le aziende di mobili ecologici stanno nascendo in risposta alla domanda del mercato, producendo mobili sostenibili ed eco-compatibili per il consumatore attento all'ambiente. I mobili sostenibili si basano sul ciclo chiuso del riciclo: l'obiettivo delle aziende di mobili sostenibili è progettare mobili che possano essere continuamente riutilizzati, smontati e quindi riutilizzati di nuovo, o che possano essere utilizzati per tutta la vita (se non due). La maggior parte delle aziende di mobili sostenibili si concentra anche sulla riduzione dell'impatto ambientale dei loro articoli, per esempio utilizzando materiali di recupero.

Photo credit: Andreas von Einsiedel - Getty Images
Photo credit: Andreas von Einsiedel - Getty Images

L'impatto ambientale e l'importanza dell'acquisto di mobili ecologici sono spesso trascurati: ricordati che divani, letti e altri arredi tradizionali sono i principali inquinanti delle nostre case. È facile per le aziende affermare che i loro mobili sono ecologici, ma molte organizzazioni ora certificano materiali per mobili sostenibili. Informati su queste certificazioni e su cosa qualifica i mobili come sostenibili e sarai in grado di prendere decisioni intelligenti riguardo ai tuoi acquisti di mobili. Quali sono i materiali per mobili sostenibili? I materiali per mobili sostenibili includono una varietà di risorse, dal legno di recupero alle luci a LED. Il tipo di materiale, così come il modo in cui è stato ottenuto, conta nella sua classificazione sostenibile. Il Forest Stewardship Council (FSC), per citarne uno, certifica il legno raccolto in modo sostenibile. Ci sono aziende che utilizzano persino scarti di legno di fabbrica o pezzi di legno difettosi per i loro mobili sostenibili! Gli arredi costituiti da materiali riciclabili aiutano le aziende di arredamento ecocompatibili risparmiandole dall'acquisto di risorse aggiuntive.

I migliori siti per la vendita di usato online

Ci sono infiniti siti dove comprare e vendere mobili usati. Spesso puoi trovare mobili usati di alta qualità tramite l'app o il marketplace di Facebook, ma prima di effettuare un acquisto ricordati che in questo periodo di pandemia la compravendita online è diventata una delle tendenze più in voga, per cui deve essere brava a selezionare il prodotto e soprattutto il venditore. Ci sono altrimenti moltissimi siti dedicati che si occupano espressamente di usato. Uno di questi è Pamono che, per i collezionisti che amano i prodotti vintage e contemporanei, è davvero utile. C’è la possibilità di filtrare le ricerche e trovare ciò che serve. Poi, tra i giganti del settore, c’è anche 1stdibs.com che è una vetrina dove non si vendono soltanto arredi, ma anche moda e arte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli