The Walking Dead, il fumetto: scopri di più sulla trama e sui personaggi. Attenzione: spoiler ;-)

·8 minuto per la lettura
Photo credit: Jerod Harris - Getty Images
Photo credit: Jerod Harris - Getty Images

Prima di essere una serie TV di successo, e di ispirare videogame e romanzi, The Walking Dead è stato innanzitutto un fumetto mensile pubblicato da Image Comics. La serie survival horror è nata negli Stati Uniti per opera di Robert Kirkman ed è stata illustrata inizialmente da Tony Moore, la cui matita ha curato i primi sei numeri, e in seguito da Charlie Adlard, che si è invece occupato di tutte le altre pubblicazioni. In America il primo albo è uscito nell'ottobre del 2003 e la serie si è conclusa con il numero 193, uscito il 3 luglio 2019. Il boom di vendite ottenuto in tutto il mondo dalla serie ha portato il fumetto The Walking Dead a ottenere prestigiosi premi: fra questi il premio Eisner del 2010 per "Migliore serie regolare" e, nello stesso anno, i premi Harvey per "Miglior scrittore" e, ancora, "Migliore serie regolare".

Il fumetto di The Walking Dead: quanti numeri sono usciti in Italia?

In Italia l'opera a fumetti The Walking Dead è stata pubblicata in diversi tipi di raccolte. Le due più note sono la Trade Paperback, con ogni volume composto da 6 numeri americani, che è stato venduto soltanto nelle fumetterie a partire dal 2005, e il più diffuso formato Bonellide (composto nei primi volumi da 4 numeri, e a partire dal numero 28 soltanto da 2), che è stato venduto con ristampa anche nelle edicole, a cadenza mensile e con formato e prezzo ridotto, a partire dal 2012. Il 29 ottobre 2020 è avvenuta la pubblicazione dell'ultimo albo, il numero 70. Tutte le pubblicazioni italiane sono state realizzate da Saldapress e gli appassionati possono acquistarle sullo shop online dell'editore a un prezzo variabile a seconda del formato e del contenuto.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Ecco il prezzo del fumetto più recente di The Walking Dead

Ma il 2021 ha visto nella penisola un'importante novità per tutti i fans della saga: lo scorso giovedì 11 marzo, infatti, è uscita in edicola, in fumetteria e nello shop online di SaldaPress la nuova serie a colori di The Walking Dead, con il primo numero venduto nel formato regular al prezzo di lancio di 2,99 euro. Gli albi mensili sono arricchiti con i colori di Dave McCaig e l'iniziativa editoriale rappresenta una ghiotta occasione, per chi ancora non l'ha letta e per chi volesse riscoprirla, di immergersi nella storia narrata in una delle serie più popolari e di successo degli ultimi 20 anni. Il primo numero è stato eccezionalmente venduto in tre formati a prezzi diversi: regular (2,99 euro), variant Adams (disponibile solo in fumetteria e nello shop online saldaPress) e variant Tedesco (disponibile solo nello shop saldaPress). A partire dal secondo numero, invece, il prezzo di copertina dell'edizione regular sale a 4,90 euro. È inoltre possibile comprare i primi 6 numeri della versione Bonellide nell'edizione variant, con un prezzo in questo caso di 6 euro l'uno. La particolarità di questa versione è che le immagini delle varie copertine non sono "casuali" ma complementari e collegate fra di esse a formare una bigger picture.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La trama del fumetto The Walking Dead

Un poliziotto di periferia, Rick Grimes, dopo uno scontro a fuoco con un fuggitivo finisce in coma e si risveglia in ospedale in un mondo in preda ad un apocalisse zombie. Inizia così la trama del fumetto di The Walking Dead. Gli zombi frutto della matita di Robert Kirkman non corrispondono agli stereotipi del genere: sono infatti lenti, goffi, numerosissimi e mediamente pericolosi. Sono soltanto un mezzo di cui l'ideatore del fumetto si serve per portare avanti la vera trama, sintetizzabile con una domanda: "Quando non hai via di scampo, quando hai tutto da perdere, quanto sei disposto a sacrificare della tua umanità per quello in cui credi?". Ci sono infatti dei momenti della storia, anche piuttosto lunghi, in cui gli zombie non appaiono proprio, dove i protagonisti devono guardarsi piuttosto dagli altri esseri umani e ponderare al meglio le loro scelte, che possono essere fonte di vita o di morte, ove sbagliate. Ogni decisione, ogni passo pesa sullo sviluppo della storia. Già nel primo numero, per esempio, Carl, il figlio di Rick, seppur ancora bambino, uccide con un colpo di pistola quello che un tempo era il miglior amico del padre. Il problema, nella serie, non è la sopravvivenza in sé, ma mantenere un'umanità in un mondo che ti spinge a trasformarti in un mostro. All'interno del gruppo dei sopravvissuti la tensione cresce così di volume in volume, e di villain in villain. A questo proposito, rispetto al telefilm, i personaggi nel fumetto hanno una caratterizzazione differente e la conclusione della storia è completamente diversa.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

I personaggi principali del fumetto di The Walking Dead

I personaggi principali del fumetto sono i seguenti (ovviamente, se non hai letto il fumetto fermati qui perchè è pieno di spoiler!):

  • Rick Grimes: il poliziotto da cui parte la storia e il leader dei sopravvissuti. Nel fumetto è biondo e perde una mano nello scontro con il governatore

  • Carl Grimes: è il figlio di Rick. In questo caso il personaggio del fumetto è fisicamente molto simile alla trasposizione televisiva: anche nella serie cartacea, infatti, a un certo punto perde l'occhio destro, sebbene appaia più giovane, appena adolescente. A differenza della serie TV, però, nella graphic novel è il vero protagonista e sopravvive fino alla fine

  • Michonne: è la samurai nera che combatte gli zombie con la sua spada. È uno dei rari casi in cui il personaggio del fumetto e quello televisivo, interpretato da Danai Gurira, sono molto somiglianti

  • Il governatore: il personaggio del fumetto è il primo, vero villain, una sorta di incrocio fra un pirata e un cantante rock senza l'occhio sinistro. La trasposizione televisiva di David Morrissey è completamente differente

  • Negan: il nemico numero uno di Rick nonchè il più amato/odiato dai fan. Si accompagna con un'inseparabile mazza da baseball che chiama Lucille

  • Shane Walsh: è il migliore amico, nonché collega di Rick. Nel fumetto muore al termine del primo numero per mano di Carl

  • Abraham Ford ed Eugene Porter: hanno lo stesso carattere e un rapporto di amore/odio che li caratterizza. Entrambi hanno un legame sentimentale con Rosita

  • Carol Peletier: personaggio debole, è tradita da Tyreese con Michonne e decide di togliersi la vita. È lei stessa a offrirsi ad uno zombie, che la uccide dentro la prigione. Nel suo caso sono evidenti le differenze con la trasposizione televisiva, dove invece con il passare degli episodi diventa uno dei personaggi più cazzuti

  • Tyreese Williams: braccio destro di Rick, nel fumetto è caratterizzato da una forte personalità e finisce per entrare in conflitto con il leader dei sopravvissuti. Sedotto da Michonne, tradisce Carol, che a quel punto non vuole più vivere e si consegna a un morto vivente

  • Sophia Peletier: è la figlia di Carol ed Ed Peletier. Subisce il trauma del tentato suicidio della madre, ma è il personaggio femminile che sopravvive di più. Dopo la morte di Rick, diventa la moglie di Carl, con cui aveva legato molto da bambina

  • Glenn Rhee e Maggie Green: sono fra i personaggi più amati, nel fumetto come nella serie TV. Eternamente innamorati, lottano insieme contro ogni avversità e contro la disperazione dell'apocalisse zombie. Glenn muore per mano di Negan, mentre Maggie diventa uno dei leader più importanti dei sopravvissuti

  • Sebastian Milton: figlio di Pamela Milton, capo del Commonwealth, non è un personaggio importante come gli altri citati ma è l'uccisore di Rick nel numero 191. Il poliziotto si trasforma in zombie e il figlio Carl è costretto a sparargli

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Chi ha visto la serie tv e non ha mai letto il fumetto, a questo punto potrebbe pensare che ci sia una dimenticanza. Invece no: Daryl Dixon, il personaggio più amato della serie televisiva, non è presente nel fumetto originario di The Walking Dead!

Il fumetto The Walking Dead: come finisce l'ultimo numero

Il finale del fumetto The Walking Dead è narrato nell'ultimo numero, il 193, ed è diverso da quello che avrà la trasposizione televisiva. Dopo la morte di Rick la narrazione fa un salto avanti di circa dieci anni: Carl, ormai adulto, ha una figlia, Andrea, che cresce insieme a Sophia Peletier, diventata sua moglie. Nel fumetto entrambi sono sopravvissuti all'apocalisse zombie e Carl cerca di tramandare la vicenda del padre Rick alla generazione successiva, perché non venga dimenticata. Il mondo in cui vivono è un mondo pacificato: in tutto il Nord America è stata riportata la giustizia, grazie all'opera di Maggie Greene, diventata capo del Commonwealth, e al giudice Michonne Hawthorne. Nelle ultime pagine del fumetto, Carl torna a casa da sua moglie e racconta alla figlia la vicenda adattata di suo padre Rick Grimes, formulando la morale della storia: "L'umanità è stata in grado di unire le sue forze e sopravvivere, nonostante tutto sembrasse perduto". Si capisce così che The Walking Dead altro non è che il racconto fatto da Carl delle vicende che hanno inciso sulla vita della sua famiglia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli