Whoopi Goldberg su Till: «Danielle Deadwyler una rivelazione»

Per Whoopi Goldberg la sua co-protagonista Danielle Deadwyler in «Till» è stata «una rivelazione».

Nel nuovo dramma, l'attrice di «They Harder They Fall» interpreta Mamie Till-Mobley, divenuta un'attivista per i diritti civili nel Mississippi nel 1955, dopo che il figlio quattordicenne Emmett Till è stato linciato per aver presumibilmente fischiato a una donna bianca.

Gli elogi di Whoopi sono iniziati ad arrivare durante una sessione di domande e risposte post-proiezione avvenuta a dicembre a Londra, con la collega produttrice Barbara Broccoli, quando ha esaltato la performance della Deadwyler.

«È una rivelazione. È incandescente, è raro, ogni tanto succede, ma quella performance, voglio puntare i miei dread a lei perché va oltre... Lei è l'unica che avrebbe potuto farcela», ha detto Whoopi Goldberg. «Non posso elogiare abbastanza questo cast».

Per il suo lavoro, Deadwyler ha ricevuto il plauso della critica e dei premi, intascando il Gotham Independent Film Award per l'eccezionale interpretazione da protagonista, ha battuto artisti del calibro di Cate Blanchett e Brendan Fraser.

Broccoli ha poi rivelato che i membri della famiglia di Till-Mobley sono rimasti davvero colpiti dalla coppia Deadwyler-Goldberg, che appare brevemente nel dramma nei panni della nonna di Emmett, Alma Carthan.

«Quando hanno visto il film, non riuscivano a credere a quanto riuscisse a catturare lo spirito di Mamie», osserva la Broccoli. «Anche grazie a Alma e Whoopi hanno affermato che è stato come rivedere i loro cari dal vivo».