Yogurt per i piccoli: quelli da prediligere

·2 minuto per la lettura
Yogurt adatti ai neonati
Yogurt adatti ai neonati

Lo svezzamento è un passaggio fondamentale nella crescita dei figli, e per questo è importante conoscere quali cibi sono più adatti per favorire questo processo. Tra i principali rientra sicuramente lo yogurt, ma qual è quello più adatto per neonati?

Yogurt adatti ai neonati: cosa sapere

Tra le prime cose da tenere a mente quando si sta scegliendo uno yogurt per neonati è senza dubbio questa: i prodotti migliori sono quelli che contengono un quantitativo di ingredienti molto ristretto. Per cui, evitate gli yogurt con una lista di ingredienti lunghissima, e scegliete quelli con pochi elementi, ma decisamente più naturali e sani.

Generalmente, si opta per questo alimento al termine dello svezzamento (intorno al sesto e al nono mese), in quanto è ricco di proprietà benefiche e di fosforo, magnesio e calcio, adatti alla crescita del bambino. Le linee guida raccomandano di controllare il quantitativo di zucchero, che può essere somministrato ai neonati attraverso gli yogurt alla frutta, ma facendo attenzione a coloranti e conservanti.

Leggi anche: Quanto mangia un neonato

Yogurt adatti ai neonati: quali scegliere

Se avete deciso da poco di introdurre lo yogurt nella dieta del vostro bambino sappiate che all’inizio è meglio optare per quello bianco. Di volta in volta, potrete fargli provare nuovi gusti (come quelli alla frutta) e vedere quali preferisce. Una volta che il bambino sarà in grado di masticare, è consigliato aggiungere della frutta fresca e di stagione direttamente allo yogurt bianco, per renderlo più gustoso.

Yogurt adatti ai neonati: cosa evitare

Naturalmente, vi sono alcuni tipi di yogurt che vi consigliamo di evitare nei primi mesi di svezzamento. Ad esempio, evitate quelli contenenti miele, che possono causare botulismo e rappresentare una fonte zuccherina che può far male al bambino. Ancora, scartate quelli troppo zuccherini per le stesse ragioni, e, come abbiamo già detto, quelli che hanno una lista di ingredienti troppo lunga.

Di conseguenza, come per tutti gli altri alimenti, prestate attenzione a eventuali reazioni allergiche o intolleranze. Nel caso in cui il vostro bambino sia intollerante al lattosio non dovete preoccuparvi: vi sono numerosi alimenti adatti anche a loro e completamente privi di latte, realizzati con altre tipologie di prodotti vegetali.