Yvonne Sciò con foto bellissime racconta la sua vita da modella, attrice e regista

Di Lucia Resta
·7 minuto per la lettura
Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images
Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images

Ci sono almeno cinque buoni motivi per seguire Yvonne Sciò su Instagram:

  1. pubblica foto bellissime di sé stessa del presente e del passato;

  2. visita luoghi meravigliosi;

  3. conosce tantissima gente dello star system in Italia e in America;

  4. ci regala momenti di tenerezza con sua figlia Isabella Beatrice;

  5. veste alla moda e svela alcuni beauty tips.

Sulla pagina Instagram di Yvonne Sciò , infatti, c'è un po' di tutto e ogni post ci racconta un po' di lei, di come vive, ma anche di quello che pensa. Spesso, infatti, commenta fatti di attualità ed esprime candidamente la sua opinione su personaggi ed eventi. Ogni foto è da influencer con i fiocchi: naturale e spontanea, ma certamente con una preparazione dietro. Una preparazione che probabilmente a lei non richiede neanche troppo sforzo, grazie al suo passato da modella e da attrice e al suo presente da regista. È dunque facile immaginare che riesca con una certa facilità a trovare l'idea e l'inquadratura giusta per ogni sua foto.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Spesso, poi, pubblica foto che le hanno scattato alcuni suoi amici fotografi e fa anche delle dirette in cui ospita esperte di bellezza per spiegare ai suoi numerosi follower come proteggere la pelle o come truccarsi. Insomma, un account che chi, come noi, è appassionata di moda, bellezza e arte non può non seguire. E non a caso tra i suoi follower ci sono anche molti personaggi famosi e alcune delle sue più care amiche. Tra coloro che commentano più spesso i suoi post c'è Alessia Marcuzzi.

Yvonne Sciò da "Mi ami, ma quanto mi ami?" ai documentari su donne di successo

Yvonne Sciò nasce il 25 luglio 1969 e quindi sì, anche se sembra incredibile, quest'anno compirà 52 anni. Sua madre ora vive in America, mentre suo padre Roberto è pubblicitario, editore e immobiliarista, presidente della catena Pellicano Hotels, della quale la sorella Marie Louise è vice presidente e direttore creativo. Yvonne, invece, si dedica a tutt'altro, perché la sua bellezza la porta ad avviare una carriera di modella e attrice fin da giovanissima. Studia dalle suore a Roma e già da adolescente è protagonista di un vero e proprio tormentone: uno spot della Sip in cui interpreta una ragazza che passa ore al telefono a chiedere al fidanzato "Mi ami? Ma quanto mi ami? E mi pensi? Ma quanto mi pensi?", mentre la madre le chiede "Ma quanto mi costi?!". È il 1989 e anche grazie a quello spot Yvonne viene notata da registi famosi.

Il suo esordio al cinema è in Stasera a casa di Alice di Carlo Verdone del 1990, l'anno dopo è diretta da Pierfrancesco Campanella in Strepitosamente... flop e partecipa alla sitcom Villa Arzilla con Gigi Proietti. Nel frattempo, a settembre del 1991, conduce la prima edizione di Non è la Rai con Enrica Bonaccorti e Antonella Elia ed è uno dei primissimi volti associati a quella trasmissione poi destinata a diventare un vero e proprio cult. Nonostante Yvonne resti solo pochi mesi, dedicandosi prevalentemente allo spazio per i bambini, rimane per sempre legata allo show ideato da Gianni Boncompagni e viene infatti richiamata per delle reunion negli anni successivi.

Negli anni 90 la sua carriera di attrice decolla: la vediamo in Zuppa di pesce di Fiorella Infascelli, Sabato italiano di Luciano Manuzzi, Infelici e Contenti di Neri Parenti, A che punto è la notte di Nanni Loy con Marcello Mastroianni ed Ennio Fantastichini. Ma a questo punto decide di trasferirsi negli Stati Uniti dove viene scelta per produzioni molto importanti, famose in tutto il mondo: la si vede, per esempio, in degli episodio della celeberrima sit-com La Tata e resta anche amica di Fran Drescher, la protagonista. Inoltre partecipa a La femme Nikita e Boy Meets World.

Photo credit: Dimitrios Kambouris - Getty Images
Photo credit: Dimitrios Kambouris - Getty Images

Nel 2001 è la protagonista femminile del thriller Layover - Torbide ossessioni con David Hasselhoff. Lavora anche in una serie tratta dal romanzo di Stephen King Rose Red. Nel 2005 si sposta a Madrid e anche in Spagna prende parte a progetti rinomati come Torrente 3: El protector, terzo capitolo di una saga molto amata che raggiunge le vette del box office spagnolo.

Nel 2006 torna in Italia ed entra nel cast de La masseria delle allodole, tratto dal best seller di Antonia Arslan e diretta dai fratelli Taviani, poi è tra i protagonisti de Il nascondiglio di Pupi Avati e nel 2007 viene diretta da Riccardo Scarchilli in Scrivilo sui muri. Nel frattempo è sempre molto gettonata anche come modella, immortalata da fotografi di fama internazionale come Helmut Newton, Willy Rizzo e Juergen Teller.

Photo credit: L. Cohen - Getty Images
Photo credit: L. Cohen - Getty Images

Nel 2008 mette la sua carriera in pausa per dedicarsi alla famiglia, ma qualche anno dopo torna in un nuovo ruolo, quello di produttrice e regista per documentari dedicati a figure femminili di successo. Nel 2015 presenta a Venezia per Sky Arte Roxanne Lowitt Magic Moments, documentario incentrato sulla figura della famosa fotografa newyorchese. Due anni dopo presenta, sempre per Sky Arte, Seven Women, che viene lanciato proprio l'8 marzo, nel giorno della Festa della Donna, e racconta sette donne di successo: le artiste newyorchesi Susanne Bartsch e Alba Clemente; l'attrice Fran Drescher; la prima top model di colore e attivista per i diritti degli afroamericani Bethann Hardison; la costumista Patricia Field, che si è occupata dei costumi di Sex and the City e Il Diavolo veste Prada; la giornalista Rula Jebreal; l'imprenditrice Rosita Missoni.

Yvonne Sciò figlia, ex marito e il compagno Alberto

Photo credit: J. Vespa - Getty Images
Photo credit: J. Vespa - Getty Images

Nel 2005 Yvonne Sciò sposa il produttore Stefano Dammico. In seguito racconta che è stato un passo affrettato, perché sentiva l'orologio biologico che le diceva di sistemarsi. Proprio nel 2005 la bella artista romana è protagonista di una lite furibonda con Naomi Campbell, top model sua grande amica. Inizialmente si fa credere che la lite sia nata dal fatto che le due indossavano lo stesso abito, in seguito, però, viene chiarito che stavano parlando proprio di famiglia e della voglia di Yvonne di avere dei figli, ma Naomi le si è scagliata contro.

Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images
Photo credit: Daniele Venturelli - Getty Images

Il matrimonio con Dammico dura poco, ma nel 2008 dalla loro unione nasce l'unica figlia di Yvonne, Isabella Beatrice. Dopo soli tre mesi lei decide di crescere la bimba da sola. Dopo la separazione, Yvonne Sciò ha una storia con il petroliere iraniano Hormoz Vasfi, ma anche questa finisce. Lui poi torna sulle pagine di gossip per una liaison con la modella Sara Croce, di oltre trent'anni più giovane, una storia che però finisce male.

Da un paio d'anni Yvonne, che è piuttosto riservata sulla sua vita privata, pubblica foto e presenzia a eventi con il suo compagno Alberto Cantarini, un top manager di cui ha parlato anche il alcune interviste definendolo un "uomo" vero e anche capace di farla ridere.

Yvonne Sciò foto da socialite su Instagram

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Il profilo Instagram di Yvonne Sciò, più che da influencer, è da vera e propria socialite. Prima della pandemia, infatti, partecipava a molti eventi mondani, pubblicava foto con numerosi personaggi famosi, da Giuliano Sangiorgi a Monica Bellucci, da Emma Marrone a Rula Jebreal, solo per citarne alcuni. Inoltre frequenta posti straordinari, sia per vacanza sia per lavoro. Spesso si fa fotografare in lussuosissime stanze d'albergo e in case dall'allure parigina. Stupende poi le foto al mare, da sola o con amici e famigliari, e quelle scattate in giro per il mondo in luoghi esotici e romantici.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Inutile sottolineare che i suoi outfit sono sempre stupendi e solitamente tagga i brand degli abiti che indossa, tra i più presenti nel suo guardaroba ci sono Missoni e Chinti & Parker. Oltre che su Instagram, Yvonne Sciò è piuttosto attiva anche su Facebook, mentre su Twitter è ferma dal 2019. In ogni caso il social delle foto è certamente il suo preferito e lo aggiorna quasi quotidianamente.