Zac Efron e la mascella rotta: ‘Sono quasi morto’


Zac Efron è "quasi morto" dopo essersi rotto la mascella. L'attore 34enne nel 2013 è stato vittima di un incidente domestico: mentre correva in casa con solo i calzini ai piedi è scivolato e si è fatto molto male al viso.
Ora la star di "Baywatch" ha rivelato che quell’episodio gli è quasi costato la vita. Parlando dei pettegolezzi secondo cui si sarebbe sottoposto a un intervento di chirurgia estetica, ha spiegato: "Sono quasi morto, ma ora sto bene. Mia madre mi ha parlato di quelle voci. Non le ho lette personalmente su internet, non è che mi interessi così tanto”.
Zac in passato aveva spiegato che “l’osso del suo mento” addirittura “penzolava” dal suo viso dopo la caduta. E’ finito sotto ai ferri per tornare ad avere l’aspetto che aveva prima.
Recentemente Efron ha lavorato sul set con Bill Murray e Russell Crowe per la produzione del film "The Greatest Beer Run Ever", in cui interpreta un ragazzo che si reca in Vietnam da New York per portare alcol ai suoi amici d'infanzia impegnati al fronte durante la guerra. Lavorare con colleghi così stimati è stato un "sogno diventato realtà".
A 'Entertainment Tonight' ha detto: "Lavorare con Bill Murray e Russell Crowe è un sogno che si è avverato. Quando incontri persone del genere, e stai girando un film e sei già in qualche modo coinvolto, inizi semplicemente a lavorare con loro. Sono dei grandi attori”.