Zerocalcare, arriva la serie su Netflix

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Una serie scritta e diretta da Zerocalcare per Netflix. "È iniziata la lavorazione di "Strappare lungo i bordi", la serie originale italiana di animazione scritta e diretta da Zerocalcare, in arrivo prossimamente. E sì, stiamo già iperventilando", si legge sul profilo Twitter della piattaforma. Altri dettagli arrivano dalla pagina Facebook di Netflix: "Non mancheranno anche Secco, Sarah, l’Amico Cinghiale, ma soprattutto lui, l'Armadillo, con la voce di Valerio Mastandrea (che ti prego narraci anche la vita)".

"Ciao, sono mesi che quando dico che devo lavorare mi viene risposto “ellamadonna, ormai i libri li hai consegnati, che cazzo devi fa ancora” e io mi mozzico la lingua perché non posso rispondere senno mi sequestrano e mi deportano a Guantanamo. Oggi è il giorno in cui finalmente posso rispondere: sto a fa questo", scrive Zerocalcare pubblicando un breve estratto video e aggiungendo "tre note: 1) Ormai ho capito che qualsiasi comunicazione non perfettamente didascalica genera grandi fraintendimenti, che producono rosicate che producono ulcere, quindi NO, non è la storia di uno che deve scalà un palazzo. Quello è un teaser per annunciare quello che sta succedendo e che faccio nei prossimi mesi. La storia vera e propria si chiama Strappare Lungo i Bordi, non c’entra nulla e fa parte di quelle cose che ancora non si possono dire, sennò torna lo scenario sequestro".

"2) Lo dico perché so che sarà il timore di qualcuno, ma pure perché mi serve ripetermelo a me e non è scontato: è una storia che mi sta molto a cuore, e la sto a fa come voglio io. Nei linguaggi, nei contenuti, nella scrittura, è roba mia, il che significa che se viene na merda me l’accollo io. Al tempo stesso, come si vede già a partire da questi 50 secondi, sta cosa è realizzata decisamente meglio di quello che è nelle mie possibilità: questo perché ci stanno a lavorà un sacco di persone che sono quelle che poi fanno la differenza tra quello che faccio per i fatti miei e quello che stiamo facendo qui. Mo non li posso taggare e nominare uno per uno OGGI, ma man mano che annamo avanti proviamo a riconoscere a ognuno il lavoro che sta a fa, perché sennò poi quando esce ce sarà qualcuno che un giorno intorno al fuoco rosicherà dicendo 'AH TUTTI A DIRE LASERIEDIZEROCALCARE, MA SE NON CE STAVO IO COR CAZZO CHE LA PORTAVANO A CASA'. 3) Sì, la voce dell’Armadillo è di Valerio Mastandrea, che d’altronde è il ruolo che gli si confà anche rispetto alle nostre vite".