Zone rosse, Speranza: "In arrivo nuove ordinanze". L'annuncio

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Nelle prossime 48 ore potrebbero arrivare nuove zone rosse o arancioni: "Vedremo i nuovi dati e se necessario ci saranno altre ordinanze", ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza in un colloquio con Il Fatto Quotidiano.

Secondo le prime indiscrezioni, ci sono 4 Regioni che potrebbero diventare zone arancioni entro lunedì sera: si tratta di Liguria, Veneto, Toscana e Campania.

"Il Dpcm prevede che il ministro possa intervenire su una Regione, non su una Provincia. Ma sull'area metropolitana può intervenire il presidente De Luca, come ha fatto Zingaretti a Latina" ha aggiunto, commentando il suggerimento di Walter Ricciardi di chiudere l'area metropolitana di Napoli.

GUARDA ANCHE - Chi è Roberto Speranza?

"Dev'essere chiaro - ha sottolineato - che noi stiamo svolgendo una funzione di supplenza nei confronti delle Regioni, che non si possono lamentare anche perché i dati vengono da loro". Nessuna trattativa "ma i tecnici del ministero si confronteranno con quelli delle Regioni - ha detto -. C'è un modello standardizzato, i criteri sono lì da 24 settimane e se per tre settimane una Regione non dà i dati diventa zona rossa".

Lo scontro, peraltro, si va attenuando, secondo Speranza. Dopo l'incontro con i governatori "c'è un clima più confortevole, maggiore collaborazione, anche loro capiscono che la situazione è grave". A preoccupare non sono tanto le terapie intensive "quanto i reparti dell'area medica".

GUARDA ANCHE - L’appello di Sala ai milanesi